VOTACI IN NET-PARADE, LAPDANCE MILANO, BLUE EYES, RISTORANTE, BIKINI, STRIP CLUB, BODYSUSHI" /> statuto Bikini Club



 
 
STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE

TITOLO I

Costituzione - Sede - Durata - Patrimonio


Art. 1 - E' costituita l'Associazione denominata: "IMPERIAL ASSOCIAZIONE" con sede in in Via Trebbia in Opera (MI), n. 11/9. La sede potrà essere trasferita altrove e potranno altresì essere create sedi secondarie, uffici di rappresentanza e delegazioni.
Essa é retta dal presente statuto e dalle vigenti norme di legge in materia.

Art. 2 - Carattere dell'Associazione.
L'Associazione ha carattere volontario e non ha scopi di lucro.
I soci che, per il conseguimento degli scopi sociali, prestano la loro collaborazione in occasione dello svolgimento di manifestazioni o altre attività organizzate dall'associazione, non hanno diritto a compenso alcuno, ma, soltanto, al rimborso delle spese sostenute, tranne diversa e preventiva determinazione del Consiglio Direttivo.
Ai fini della registrazione del presente Atto Costitutivo, si invocano le agevolazioni fiscali di cui alla legge n.266 dell'11/8/91 (legge quadro sul volontariato) ed in particolare si richiede l'esenzione dall'imposta di bollo e dall'imposta di registro come previsto dall'art.8 della detta legge.
I soci sono tenuti ad un comportamento corretto sia nelle relazioni con gli altri soci che con i terzi nonché all'accettazione delle norme del presente Statuto.
L'Associazione potrà partecipare quale socio, aderire o affiliarsi ad altri Circoli e/o Associazioni e/o Federazioni aventi scopi analoghi nonché partecipare ad Enti con scopi sociali ed umanitari.

Art. 3 - Durata dell'Associazione.
La durata dell'Associazione é illimitata.

Art. 4 - Patrimonio.
Il patrimonio dell'Associazione é costituito:

a) dai beni che vengono acquistati con la quota di ammissione dei soci ordinari, dei quali beni i soci ordinari hanno la proprietà relativamente alla propria quota;

b) dai beni che diverranno di proprietà a qualsiasi titolo, e sui quali non può essere vantato alcun diritto di proprietà da parte di terzi;

c) dagli eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio.

Le sue entrate sono costituite:

a) dalle quote sociali;

b) dai proventi delle manifestazioni e delle gestioni interne;

c) da ogni entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale;

d) da eventuali contributi concessi da Enti pubblici e/o privati.

Il residuo attivo del bilancio sarà devoluto per il raggiungimento degli scopi sociali.

Ai sensi dell'art.148 del D.P.R.917/86 è vietata la distribuzione, anche in modo indiretto degli utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

TITOLO II
Oggetto


Art. 5 - L'Associazione non ha scopi di lucro ed ha durata illimitata.
E' apolitica, non violenta, antirazzista, antitotalitaria e libertaria.
L'Associazione ha per scopo la promozione di attività ricreative e culturali, principalmente avuto riguardo al tempo libero ed alle diverse esigenze di maturazione professionale dei soci nelle loro componenti maschili e femminili, al fine di incentivare l'amicizia, l'incontro e lo scambio di esperienze tra coppie sul problema della sessualità da vivere senza limitazioni nel sentimento, nel sesso e nel comportamento.
Sessualità da intendersi, altresì, come valido aiuto per il superamento dei tabù e della crisi tra coppie, come informazione igienico-sanitaria e di prevenzione per il bene della persona, come componente del problema della solitudine e della emarginazione.
L'Associazione svilupperà dibattiti sul tema della sessualità e dell'informazione medico-sessuale per la prevenzione contro malattie sociali quali l'AIDS, curerà altresì lo sviluppo dei rapporti interpersonali dell'immagine e dell'estetica della persona, del naturismo inteso come senso di libertà e come scambio di esperienze individuali sulle tematiche sessuali sul linguaggio del corpo e la sua espressività.
A tal fine l'Associazione promuoverà ed organizzerà manifestazioni ed incontri con lo scopo di migliorare le comunicazioni sociali tra i soci in modo libertario, ma nell'assoluto rispetto della sensibilità altrui ed organizzerà anche serate avvalendosi di forme di spettacolo quali danze varie, strip e lap dance.
Essa s'impegnerà in particolar modo nell'affermazione del diritto alla identità personale e nell'abolizione di qualsiasi forma di discriminazione e pregiudizio relativa all'orientamento sessuale.
Le finalità dell'Associazione sono lo sviluppo, l'esaltazione e la concretizzazione dei sentimenti trasgressivi e licenziosi ad una finalità di cultura del sesso e delle sue varie sfumature senza limiti e limitazioni ma sempre senza andare contro la legge.
L'Associazione garantisce ai propri associati piena libertà di espressione, favorisce il dibattito, il confronto e lo scambio delle idee e delle informazioni, il rispetto delle opinioni politiche, delle convinzioni ideologiche, e religiose di ciascuno.
Essa promuove il tempo libero attraverso l'attuazione e lo svolgimento di iniziative di natura culturale, ludica e ricreativa in particolare ponendo anche al centro dell'attività dell'Associazione lo studio, la ricerca, il dibattito, le iniziative editoriali, la formazione e l'aggiornamento culturale nei vari settori dello sport, della politica, dell'economia, dei problemi sociali e del tempo libero stesso.
I soci potranno fruire di attività ricreative e di servizi organizzati per favorire la maggior conoscenza ed integrazione sociale.
L'Associazione si propone inoltre come struttura di sevizi per associazioni, categorie e centri che perseguono finalità che coincidano, anche parzialmente con gli scopi dell'Associazione.
A titolo esemplificativo e non tassativo l'Associazione svolgerà le seguenti attività:

a) iniziative ricreative:

1) iniziative di natura, culturale e ludica che facilitino e incentivino gli incontri e le occasioni di scambio creando nuovi spazi aperti alla socializzazione e all'incontro;

2) teatro, spettacoli, trattenimenti musicali e danzanti (compresi lo strip e la lapdance), sia da parte dei soci che di compagnie e complessi esterni; pranzi sociali, degustazioni, proiezioni di films e documentari;

3) potranno essere predisposte all'interno della sede strutture e servizi quali sala letture, sale giuochi anche elettronici, servizio di mensa e ristoro-bar con somministrazione di alimenti e bevande, spazi adibiti ad intrattenimenti musicali, danzanti, spettacoli, ove necessario, spacci di generi alimentari, tabacchi e vari, il tutto nel rispetto delle relative norme e disposizioni amministrative e sanitarie;

C) attività culturali:

1) tavole rotonde, convegni, conferenze, congressi, dibattiti, mostre scientifiche, inchieste, seminari, istituire biblioteche, proiezioni di films e documentari culturali o comunque di interesse per i soci;

2) organizzazione di viaggi e soggiorni turistici;

D) attività associativa:

1) incontri, manifestazioni fra i soci in occasione di festività, ricorrenze od altro;

2) l'esercizio in via marginale e senza scopi di lucro di attività di natura commerciale per autofinanziamento nel rispetto delle normative amministrative e fiscali vigenti.
Nell'individuazione delle iniziative da promuovere, realizzare o gestire ai sensi dei precedenti commi, saranno privilegiate quelle suscettibili di più ampia partecipazione dei soci.
Per raggiungere gli scopi sociali, l'Associazione utilizzerà la denominazione di fantasia "BIKINI CLUB", al fine di indicare la sede principale dell'associazione in cui avverranno gli incontri tra i soci.
Per raggiungere gli scopi sociali, l'Associazione può aderire ad iniziative promosse da altri Circoli o Associazioni con gli stessi scopi sociali.

TITOLO III
Soci


Art. 6 - Requisiti dei soci:
Possono essere soci dell'Associazione cittadini italiani o stranieri di sentimenti e comportamenti democratici.
Potranno essere soci Associazioni e Circoli aventi attività e scopi non in contrasto con quelli dell'Associazione.

I soci saranno classificati in due distinte categorie:

a) Soci fondatori

b) Soci ordinari

Sono soci fondatori coloro i quali hanno partecipato all'atto costitutivo dell'Associazione.
Sono soci ordinari coloro che in tali rispettive qualità saranno ammessi dal Consiglio Direttivo successivamente.
Questi ultimi soggetti acquisiscono il diritto ad ottenere il rilascio della tessera ed usufruire dei servizi dell'Associazione con il pagamento della relativa quota sociale.
Resta facoltà del Consiglio Direttivo di confermare la loro qualità di soci entro trenta giorni dall'evento.
Tutti i soci confermati hanno diritto di voto e possono partecipare alle iniziative dell'Associazione; inoltre essi hanno facoltà di far accedere persone di loro conoscenza presso la sede dell'Associazione allo scopo di far loro conoscere le finalità sociali.

Art. 7 - Ammissione soci. L'ammissione dei soci ordinari avviene su domanda degli interessati tramite internet o presso il club, ed è deliberata insindacabilmente dal Consiglio Direttivo che avrà facoltà di accettare o respingere.
Le iscrizioni decorrono dall'1 gennaio dell'anno in cui la domanda é accolta e si richiede una quota di iscrizione pari a € 2500,00 annua; e' previsto un acconto tessera di € 15,00 ogni volta che il socio viene al club fino al tolate esaurimento della quota.
Qual'ora detta importo non dovesse venire raggiuto si ritiene risolto automaticamente senza nessun costo aggiuntivo per il socio.
Ai sensi dell'art. 148 del D.P.R. n. 917/86 è espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.

Art. 8 - Doveri dei soci.
L'appartenenza all'Associazione ha carattere libero e volontario ma impegna gli aderenti al rispetto delle risoluzioni prese dai suoi organi rappresentativi, secondo le competenze statutarie nonché all'incondizionata accettazione del presente statuto.

Art. 9 - Perdita della qualifica di socio.

La qualifica di socio può venir meno per i seguenti motivi:

a) per recesso da comunicarsi per iscritto almeno 3 (tre) mesi prima dello scadere dell'anno;

b) per decadenza e cioè la perdita di qualcuno dei requisiti in base ai quali é avvenuta l'ammissione;

c) per morosità, qualora non venga pagata la quota sociale nei termini previsti;

d) per delibera di esclusione del Consiglio Direttivo per accertati motivi di incompatibilità;

e) per aver contravvenuto alle norme ed obblighi del presente statuto o per altri motivi che comportino indegnità, a tale scopo il Consiglio Direttivo procederà entro il primo mese di ogni anno sociale alla revisione della lista dei soci.

I soci che entro quattro ( 4 ) mesi dallo scadere dell'anno sociale non hanno rinnovato il pagamento della quota sociale, decadono automaticamente.

Art. 10 - Provvedimenti disciplinari.

Se un socio:

a) infrange le regole del presente Statuto;

b) tiene un contegno abituale o compie azioni materiali e morali pregiudizievoli all'immagine, agli interessi ed alle finalità dell'Associazione;

c) prende parte ad imprese o Associazioni che abbiano scopi o attività contrastanti con quelle dell'Associazione;

d) dimostra insofferenza alle comuni regole dell'educazione e del reciproco rispetto;

il Consiglio Direttivo può prendere nei suoi confronti i seguenti provvedimenti, a seconda del caso:

a) ammonizione scritta;

b) sospensione temporanea;

c) espulsione.

TITOLO IV
Assemblea


Art. 11 - L'Assemblea dei soci é composta dai soci fondatori che hanno partecipato all'atto costitutivo e dai soci ordinari purchè maggiorenni, che siano stati successivamente ammessi.
Essa si riunisce su convocazione del Presidente almeno una volta ogni anno entro 4 (quattro) mesi dall'inizio dell'esercizio, per l'approvazione del bilancio consuntivo e per l'approvazione del conto preventivo per l'anno susseguente predisposti dal Consiglio Direttivo, ed ogni qualvolta il Presidente riterrà di convocarla o su richieste motivate di almeno 1/10 dei soci per deliberare sugli argomenti che lo statuto sociale attribuisce a tale organo.

E' di competenza dell'Assemblea dei soci:

a) eleggere il Consiglio Direttivo;

b) approvare, secondo le disposizioni del presente statuto, il bilancio consuntivo annuale, ovvero il rendiconto economico e finanziario annuale, e il conto spese preventivo;

c) effettuare la valutazione del patrimonio sociale;

d) deliberare sui problemi di carattere generale e dare criteri al Presidente e al Consiglio Direttivo sugli orientamenti della vita sociale.

Le votazioni avvengono per alzata di mano o a scrutinio segreto quando ne faccia richiesta la maggioranza dei presenti; nel secondo caso il Presidente dell'Assemblea insedia il Seggio elettorale nominando, tra i presenti, un comitato di tre scrutatori ed un Presidente del Seggio.

Art. 12 - L'Assemblea generale ordinaria deve essere convocata con un preavviso di giorni 8 (otto) mediante comunicazione scritta diretta a ciascun socio o mediante affissione all'albo dell'Associazione dell'avviso di convocazione contenente l'ordine del giorno.
L'Assemblea ordinaria é valida in prima convocazione quando i soci intervenuti rappresentano la metà più uno dei voti dell'Associazione, in seconda convocazione é valida qualunque siano i voti di cui dispongono i soci anche rappresentati per delega.
Essa delibera a maggioranza assoluta.

Art. 13 - Hanno diritto ad un solo voto, ai sensi dell'art. 2532 c.c. e di intervenire in Assemblea i soci fondatori ed i soci ordinari in regola con il pagamento delle quote sociali.
Il socio che non possa partecipare all'Assemblea generale può farsi rappresentare a mezzo di apposita delega da altro socio anche se membro del Consiglio Direttivo.
Non sono ammesse più di due deleghe per socio.

Art. 14 - L'Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo e, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente; in mancanza di entrambi, l'Assemblea procede alla nomina del Presidente.

Art. 15 - Al Presidente dell'Assemblea spetta constatare la regolarità delle deleghe ed il diritto di intervento in Assemblea.

Art. 16 - E' di competenza dell'Assemblea generale straordinaria deliberare sulle modifiche dell'Atto Costitutivo e dello Statuto dell'Associazione o sul suo scioglimento e conseguente liquidazione e, deve essere convocata entro 30 gg. dalla richiesta.
Le deliberazioni dell'Assemblea straordinaria in prima convocazione, devono essere prese a maggioranza dei soci presenti o per delega che devono rappresentare almeno i 3/4 dei voti dell'Associazione.
In seconda convocazione l'assemblea straordinaria é valida qualunque siano i voti dell'Associazione.
Essa delibera a maggioranza assoluta.

TITOLO V
Consiglio Direttivo


Art. 17 - Il Consiglio Direttivo é composto da 2 a 7 membri eletti dall'Assemblea dei soci.
Il Consiglio Direttivo eleggerà un Presidente, un Vice Presidente, un Tesoriere.
Possono essere eletti al Consiglio Direttivo tutti i soci, purchè maggiorenni.
Non possono far parte del Consiglio Direttivo: coloro che abbiano riportato condanne passate in giudicato per delitti non colposi.

Art. 18 - Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni, e potrà essere rieletto.

Art. 19 - Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione, senza limitazione alcuna.

E' di competenza del Consiglio Direttivo:

a) deliberare sull'ammissione di nuovi soci;

b) stabilire le quote associative di anno in anno nel rispetto delle finalità dell'Associazione;

c) deliberare sui mezzi atti a conseguire gli scopi dell'Associazione;

d) deliberare tutti gli atti ritenuti necessari per il conseguimento degli scopi sociali;

e) provvedere all'amministrazione del patrimonio sociale e predisporre bilanci preventivi e consuntivi;

f) dare esecuzione alle delibere dell'Assemblea.

Art. 20 - Tutte le decisioni espresse dal Consiglio Direttivo dovranno essere prese a maggioranza dei presenti.

Art. 21 - Per ciascuno anno finanziario che coincide con l'anno solare, sono compilati a cura del Consigliere-Tesoriere il bilancio consuntivo, ovvero un rendiconto economico e finanziario, ed il conto preventivo, i quali sono sottoposti all'approvazione dell'Assemblea dei soci insieme con le relazioni del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori dei Conti, se previsto, almeno quindici giorni prima della data dell'adunanza dell'Assemblea.

Art. 22 - Il bilancio preventivo dovrà essere approvato all'unanimità del direttivo e con voto favorevole della maggioranza dei soci.

Art. 23 - Il Consigliere che fa parte del direttivo qualora non dovesse per tre volte consecutive, senza giustificato motivo, partecipare ai lavori verrà dichiarato decaduto.

Art. 24 - Il Consiglio Direttivo si riunisce quando lo ritenga opportuno il Presidente ovvero lo richieda un terzo dei suoi componenti.
Le riunioni del Consiglio Direttivo sono indette con un preavviso di 1 (uno) giorno, o in casi straordinari a discrezione del Presidente, mediante comunicazione scritta o verbale diretta a ciascun componente o mediante affissione all'albo dell'Associazione dell'avviso di convocazione contenente l'ordine del giorno.

Art. 25 - Agli effetti amministrativi la gestione dell'Associazione si inizia il 1 gennaio e si chiude il 31 dicembre di ogni anno.

TITOLO VI
Presidente


Art. 26 - Il Presidente:

a) ha la legale rappresentanza dell'Associazione e la firma;

b) presiede il Consiglio Direttivo e l'Assemblea dei soci;

c) convoca le riunioni dell'Assemblea dei soci in seduta ordinaria e straordinaria e quelle del Consiglio Direttivo;

d) sovrintende all'amministrazione dell'Associazione.

In caso di impedimento del Presidente, le sue funzioni saranno assunte dal Vice Presidente.

TITOLO VII
Tesoriere


Art. 27 - Il Tesoriere:

a) riscuote le somme con il sistema di esazione adottato dal Consiglio Direttivo;

b) esegue i parametri su ordinativi interni con firma abbinata dal Presidente.

Per i rapporti con gli istituti di credito é sufficiente la firma disgiunta del Tesoriere o del Presidente per tutte le operazioni con gli istituti stessi;

c) cura la contabilità e la tenuta delle relative scritture.
Per i punti a e b il Tesoriere può delegare eventuale dipendente dell'Associazione, curando la supervisione dei compiti detti.

TITOLO VIII
Articolazione dell'attività


Art. 28 - L'associazione, attesa la pluralità degli scopi che lo stesso si attribuisce, come enunciati all'Art. 5 può, su delibera del Consiglio Direttivo, articolarsi in Sezioni.

Ciascuna Sezione sarà dotata di un proprio regolamento redatto sulla base della specifica normativa emanata dal Consiglio Direttivo dell'Associazione; le norme specifiche che risultassero in contrasto con il presente Statuto saranno da ritenersi nulle.
Ciascuna Sezione potrà eleggere un proprio Consiglio e nell'ambito di questo un responsabile che risponde dell'attività della Sezione stessa ai Consiglieri coordinatori nominati dal Consiglio Direttivo.
Il numero delle Sezioni è illimitato; nuove Sezioni potranno essere costituite presentando al Consiglio Direttivo domanda sottoscritta dai soci ordinari interessati all'attività specifica.
Il Consiglio Direttivo avrà l'insindacabile facoltà di decidere la conferma della costituzione della Sezione.
Sono incompatibili con la carica di Consigliere e di responsabile di Sezione tutte quelle attività che il socio svolge privatamente e che abbiano attinenza con la carica suddetta, nonché con la carica di membro del Consiglio Direttivo dell'Associazione.

TITOLO IX
Disposizioni varie


Art. 29 - La quota di ammissione, o contributo associativo, è intrasmissibile ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non è rivalutabile.
Inoltre essendo comprensiva di spese per l'acquisto di beni e di quote depositate in conto capitale, il socio ordinario che desiderasse dimettersi dalla qualità di socio non verrà in alcun modo rimborsato delle somme versate.

Art. 30 - L'Associazione declina ogni responsabilità per eventuali danni comunque derivanti agli aderenti della stessa.
I soci ordinari, assumono l'obbligo, nei confronti dell'Associazione, di tenerla rilevata ed indenne da ogni domanda di risarcimento danni, provocati dagli stessi, nei confronti di terzi.

Art. 31 - In caso di scioglimento dell'Associazione l'Assemblea procederà alla nomina di uno o più liquidatori, scelti tra i soci ordinari ai quali é devoluto il compito di liquidare il patrimonio sociale.
L'eventuale residuo attivo sarà devoluto ad altre Associazioni con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

TITOLO X
Regolamento interno


Art. 32 - Particolari norme di funzionamento e di esecuzione del presente atto potranno essere eventualmente disposte con regolamento interno da elaborarsi a cura del Consiglio Direttivo.

TITOLO XI
Disposizioni finali


Art. 33 - Per tutto quello non previsto dal presente statuto, valgono le norme del Codice Civile e le leggi vigenti in materia.
Per tutte le norme non previste dalle leggi e dallo statuto valgono le decisioni prese dall'assemblea a maggioranza assoluta dei partecipanti.

Art. 34 - Con la sottoscrizione del presente statuto se ne accettano tutti i suoi punti da parte dei sottoscritti stessi.
Lo stesso vale per i nuovi iscritti per il semplice fatto di essere stati ammessi all'Associazione.
SIXTH SENSE BY BIKINI Luxury Lap Strip Dance
Ingresso riservato ai Soci - Via Emilio Gola 4 - Milano - Cell.: 3920699593 - 338070438 - CF/P.Iva 97646530150
Home Page | The Club | Artiste | Promozioni | Eventi | Contatti | Newsletter | Prenota | Partner & Link | Area Riservata